Foggia, il futuro entro lunedì: due le soluzioni possibili.

Altro fronte caldissimo nella serie C che verrà quello che riguarda il Foggia. Su Gazzetta dello Sport, pagine Puglia e Basilicata, si parla delle possibili soluzioni per il club pugliese:

“Sono giorni caldi in casa Foggia, dove si stanno accelerando le trattative per la cessione del club. I patron Franco e Fedele Sannella hanno più volte fatto intendere di aver voglia di lasciare, stanchi dopo gli ultimi due anni difficili e conclusi con la rovinosa retrocessione in Serie C. Nell’ultimo mese i dirigenti si sono concentrati alla ricerca della migliore soluzione, affiancati dal presidente Lucio Fares. In realtà una prima trattativa è saltata con la retrocessione. Chiaramente con la categoria inferiore verranno meno una serie di entrate rappresentate da mutualità e diritti tv.

Di qui la necessità di dover in ogni modo dar vita ad una rivoluzione tecnica, in grado di dimezzare il budget stipendi per il prossimo campionato. A questo sta lavorando il direttore sportivo Luca Nember.

Proprio a lui è legata una delle ipotesi di risoluzione della vicenda societaria. Da qualche mese il ruolo del d.s. è stato sempre più centrale, tanto da volersi spingere a dare la disponibilità all’entrate nel club con una cordata tutta propria. È questa l’ipotesi circolata da diverse settimane, conosciuta anche dai tifosi, che a fine campionato avevano anche avuto un confronto con i patron all’interno del pastificio Tamma. Ipotesi che prevedrebbe l’iscrizione al campionato da parte dell’attuale compagine (con il versamento di circa 1 milione di euro entro il 24 giugno) e poi l’uscita di scena totale o parziale (si dice al 50%) dei fratelli Franco e Fedele Sannella.

Nelle ultime settimane a questa trattativa i patron ne hanno segretamente intavolato un’altra lontano da Foggia. Più volte si sono visti a Roma con un gruppo imprenditoriale interessato all’acquisizione del club. Top secret il nome dell’imprenditore interessato, con la trattativa che avrebbe una clausola di riservatezza rigidissima e rispetto alla quale i dirigenti non hanno lasciato trapelare nulla. Il passaggio che avverrebbe con l’accollarsi dell’intera chiusura della stagione (circa 5,5 milioni di euro) a carico degli acquirenti. Una soluzione gradita ai dirigenti che lascerebbero con più tranquillità il club, dopo oltre quattro anni di gestione. Negli ultimi giorni ci sono stati incontri fitti con analisi dei conti, dei contratti dei calciatori e dei tecnici e con lo studio anche del merchandising (sito, canali social del club e negozi). La trattativa dovrebbe chiudersi entro lunedì, con il pagamento della prima tranche (circa 1 milione di euro) e subito dopo ci sarebbe il passaggio di quote”.