Caos Serie B: Ipotesi paradossale di un allargamento a 22 squadre.

Il caos Serie B conquista spazio sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, che titola: “Playout ancora in gioco, il TAR riapre la partita”.

Sì alla sospensiva e il Foggia chiede di giocare, sullo sfondo anche un rebus giuridico. Il club pugliese ha saltato i passaggi della giustizia sportiva, rivolgendosi al TAR collocando la sua vicenda nell’ambito dell’area giuridica ammissioni/iscrizioni riformata dalla legge di Stabilità in questo modo: ‘unico grado’ di giustizia sportiva prima di ricorrere al TAR. Il presunto illecito amministrativo del Palermo sarebbe invece un caso classico di giustizia sportiva e non rientrerebbe nella dinamica ammissioni/iscrizioni.

La Federazione dice no alla B a 22 squadre. Circola una ipotesi paradossale. Considerando che il playout rischierebbe di giocarsi a giugno inoltrato, sarebbe già nato un partito della sanatoria nel caso il Palermo uscisse penalizzato ma non retrocesso dalla sentenza di appello. A quel punto salvi tutti. Salernitana e Foggia in cadetteria grazie alle troppe complicazioni di un playout giocato fuori tempo massimo. Quindi campionato con 22 formazioni ai nastri di partenza, anziché a 20. Tuttavia l’idea della Federcalcio resta quella presa dal consiglio federale: deciderà il Collegio di garanzia nei primi giorni della prossima settimana. In altre parole, il playout si deve giocare o non si deve giocare, punto e basta.

 

Fonte:Tuttomercatoweb.it