Grande prova di carattere del Foggia. Venezia: non è solo colpa di mister Vecchi…

Dopo poche giornate dall’inizio del campionato, la Serie B si dimostra come sempre imprevedibile. Le squadre che avevano compiuto un certo tipo di mercato e che rientrano nell’elenco delle favorite per la vittoria finale arrancano in classifica oppure trovano la vittoria faticando moltissimo contro i club che invece dovrebbero soltanto pensare a salvarsi. Tra le gare dell’ultimo turno emblematica Benevento-Foggia: i campani costruiti con l’obiettivo di ritornare in Serie A sono quelli con la rosa secondo me migliore della cadetteria, allenata da un allenatore giovane motivato e con un talento incredibile, peccato che abbia incontrato sulla sua strada un Foggia altrettanto motivato a risalire quanto prima dalle zone basse della classifica.

Ottima in questo senso la prova di carattere del club pugliese: Grassadonia, allenatore spesso bistrattato da alcuni addetti ai lavori già dai tempi di Vercelli, non si abbatte in casa della squadra più forte nonostante lo svantaggio iniziale. Ottima vittoria per i satanelli contro un Benevento però che è già pronto a ripartire con maggiore forza visto che davanti nessuno riesce ancora a prendere il largo. L’Hellas Verona è un’altra di quelle squadre costruite per vincere, ma come spesso indicato dal tecnico Fabio Grosso, la complessità di questo campionato è sotto gli occhi di tutti e non è giusto dare qualcosa di scontato (anche perchè è impossibile).

Ho letto lo sfogo del presidente del Venezia Tacopina ed è comprensibile che un imprenditore straniero che decide di investire in una squadra italiana pensando anche a farla crescere con un nuovo stadio, sia scontento dei risultati, non credo però che la colpa sia solo di mister Vecchi, è innegabile infatti che anche l’addio di Rinaudo abbia tolto qualcosa a livello di esperienza sul calciomercato e oggettivamente non sono arrivati grandi rinforzi, in più c’è da fare i conti con la sfortuna e gli infortuni. Sia chiaro non voglio cercare alibi per il Venezia perchè le squalifiche o le defezioni le hanno tutti, ma gettare la croce solo sul tecnico come ho visto fare in giro per il web mi sembra quantomeno affrettato ed esagerato.

Il Carpi si ferma ma è apparso rigenerato dalla cura Castori, fa piacere rivedere un allenatore qualificato come lui ritornare nella Serie B, emiliani da tenere d’occhio come possibile mina vagante del campionato.

 

Fonte:tuttob

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*