Ecco la richiesta ufficiale della Procura nei confronti del Chievo Verona.

Procura FIGC, chiesti 15 punti di penalizzazione per il Chievo e 36 mesi per Campedelli.

Dopo il caos che ha riguardato la Serie B e la Serie C ecco che potrebbero arrivare delle penalizzazioni anche nel massimo campionato: la Procura ha chiesto 15 punti per il Chievo Verona e 36 mesi di inibizione per Campedelli per la vicenda delle presunte plusvalenze. Rischia anche il Frosinone per il lancio di palloni nella gara dei playoff della scorsa stagione contro il Palermo.Nella giornata di ieri sono arrivate le sentenze sul campionato di Serie B, per il quale si è deciso di mantenere il format a 19 squadre, ma la caldissima estate del calcio italiano non sembra finire mai. Dopo i ricorsi, le sentenze di appello, il TAR, il TAS e tutti i procedimenti riguardanti le categorie inferiori, ecco che non sono da escludere nuovi ribaltoni che riguardino anche per il campionato di Serie A, dove due club sono a serio rischio penalizzazione. Dopo una serie di rinvii, nella giornata odierna la Procura federale ha aperto il processo per la vicenda delle presunte plusvalenze nei confronti del Chievo Verona e la richiesta è di 15 punti di penalizzazione più 36 mesi di inibizione per il presidente Campedelli per illecito amministrativo relativo al triennio 2014/17.

 

La richiesta è arrivata 49 giorni dopo la sentenza del Tribunale e con il campionato già iniziato da quasi un mese. Per Samuele Mariotti e Guido Albini, dirigenti del Cesena coinvolto nel caso prima del fallimento, sono stati chiesti 16 mesi di inibizione. Queste le dichiarazioni di Marco De Luca, avvocato del Chievo:

 

Abbiamo posto le nostre ragioni anticipate con una memoria molto documentata facendo presente che le contestazioni della Procura federale sono totalmente infondate. Per i calcoli e per i valori dei giocatori, la Procura federale fa riferimento a certi siti internet e valori che sono decisamente sbagliati per tutte le transazioni negli ultimi anni. Non vedo perché le abbia potute prendere a riferimento. Valori per ragazzi sotto i 15-16 anni sono valori soggettivi, non oggettivi.

Questa penalizzazione potrebbe risultare fatale per i clivensi ma bisogna vedere come finirà il procedimento e quali saranno le azioni legali che intraprenderà nei prossimi giorni. Presente al processo anche il Crotone, che chiederà di essere ammesso come parte interessata, essendo l’ultima delle retrocesse nella passata stagione di Serie A.

Frosinone a rischio penalizzazione
Una penalizzazione potrebbe toccare anche al Frosinone per il lancio di palloni nella finale dei play-off della scorsa stagione contro il Palermo: la conferma è arrivata dal Collegio di Garanzia del Coni che lunedì ha diramato le motivazioni della sentenza con cui ha rimandato la questione alla Corte Sportiva d’Appello. Il Frosinone ha rischiato anche la retrocessione ma questa situazione adesso non può più verificarsi: i ciociari rischiano tre punti di handicap nel campionato in corso, una sanzione che sarebbe comunque pesante per un club che lotta per evitare la retrocessione.

 

 

 

Fonte:calciofanpage

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*