Avellin,c’e’ la sentenza del Tar…

La Prima sezione ter del Tribunale amministrativo regionale del Lazio ha bocciato il ricorso del club campano che dovrà ripartire dalla Serie D

L’Avellino non giocherà in Serie B nella prossima stagione. Con un’ordinanza, Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato dal club del presidente Walter Taccone che chiedeva la sospensione dei provvedimenti con i quali è stata disposta la sua non ammissione al campionato di Serie B per la stagione 2018-2019. Per il Tribunale amministrativo regionale “al sommario esame proprio della presente fase, non si ravvisano presupposti per l’accoglimento dell’istanza cautelare”. I giudici hanno considerato che “come già evidenziato con il provvedimento monocratico, l’impugnazione dei Comunicati Ufficiali Figc n. 27/2018 e 49/2018 in questa sede si palesa inammissibile, in applicazione del cosiddetto vincolo di pregiudiziale sportiva, in quanto tali atti, costituenti ‘lex specialis’ della procedura di ammissione ai campionati, nella parte in cui prescrivevano i requisiti di partecipazione ostativi all’ammissione della squadra, avrebbero dovuto essere tempestivamente gravati innanzi agli organi della giustizia sportiva”. I giudici hanno ritenuto poi che “il procedimento di iscrizione al campionato sportivo è procedimento di ammissione in senso tecnico, per cui ogni soggetto deve rispettare strettamente le norme e i termini che disciplinano il procedimento, essendo evidente in materia l’esigenza di garantire il regolare avvio dei campionati, ragione per cui i termini fissati dalla Federazione per l’espletamento degli adempimenti prescritti per l’iscrizione delle società sportive ai campionati di calcio devono ritenersi perentori”. La squadra campana dovrà quindi ripartire dalla Serie D.

Secondo il TAR, non c’è stata la disparità di trattamento rispetto ad altre società che l’Avellino aveva contestato dopo il comunicato 59 del 30 agosto della Figc sul cosiddetto caso Finworld. No anche al ripescaggio e alla riammissione di Como e Santarcangelo in Serie C. La sentenza è arrivata il giorno dopo il dibattimento, terminato nel pomeriggio di giovedì. Dopo due ore la camera di consiglio ha confermato quanto deciso in precedenza.

Fonte:Skysport.com

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*