Manca ancora il comunicato ufficiale,ma l’ex attaccante del Foggia si allena gia’ con la sua nuova squadra.

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport fa il punto su quella che è la situazione in casa Foggia a qualche giorno dall’attesissima sfida dello Scida contro il Crotone dell’ex Stroppa. Diversi i calciatori destinati a tornare a disposizione di mister Grassadonia: capitan Agnelli, Fabio Mazzeo e Alberto Gerbo rientreranno dalle rispettive squalifiche, mentre i centrocampisti Rizzo e Zambelli, entrambi out contro il Carpi a causa di alcuni acciacchi muscolari, potrebbero essere della partita.

Sul fronte mercato, accanto all’operazione che dovrebbe portare Nicastro alla Ternana, si muove qualcosa in uscita per Celli, che nelle ultime ore sarebbe finito nel mirino della Lucchese.

La Ternana ha messo le mani nelle ultime ore su Francesco Nicastro, classe 1991, che va a rafforzare un reparto avanzato di primo livello, che già può contare sui vari Vantaggiato e Butic. In attesa dell’ufficialità, prevista per le prossime ore, andiamo a conoscere meglio il nuovo attaccante delle Fere.

Il ragazzo in attesa del comunicato ufficiale si allena gia’ con i suoi nuovi compagni.

Fonte foto: Calcioternano.it

Nato a Campofranco (Caltanissetta) il 26 ottobre del 1991, Nicastro è un giocatore versatile, in grado di giocare sia come prima punta che come esterno d’attacco a destra in un ipotetico 4-3-3. Il suo piede preferito è il destro e tra le sue caratteristiche vi è la capacità di dare profondità al gioco della squadra. La sua carriera inizia nel 2005 nella squadra del suo paese, il Campofranco, in terza categoria, dove fa subito vedere le sue qualità realizzative: 14 sono i gol messi a segno in 20 partite, che fanno sì che il Catania, soltanto un anno dopo, gli mettesse gli occhi addosso e lo inserisse nel settore giovanile. Gli etnei lo girano in prestito a Pisa, Milazzo e Bellaria ed è con quest’ultima nel 2012/13 che riesce a mettersi in mostra, con 10 gol in 27 presenze. Nel 2013 passa a parametro zero al Rimini (Seconda Divisione), dove segna 8 reti in 28 presenze, ma la vera svolta è datata 2014, dove realizza 16 gol in 58 partite con la Juve Stabia nel biennio successivo. Le buone prestazioni con le Vespe gli aprono le porte della serie A, con il Pescara che lo acquista, ma nelle ultime ore del mercato estivo del 2016 passa al Perugia, dove ben figura alla prima stagione in cadetteria, giocando 30 partite e segnando 8 gol, di cui uno proprio alla Ternana.

Gli umbri non lo riscattano e Nicastro torna al Pescara, che lo girerà nuovamente in prestito, questa volta al Foggia. Qui, dopo un avvio difficoltoso complice un infortunio, disputa un buon girone di ritorno mettendo a segno 4 gol in 27 partite. E adesso il ritorno in terza serie (salvo ripescaggi), con un progetto ambizioso come quello rossoverde.