Iemmello non era in sede a Perugia? Ecco la risposta del D.S. Goretti.

lNon è usuale che un direttore tecnico spieghi le strategie di mercato dal sito ufficiale a mercato in corso. Lo ha fatto Goretti. E i motivi possono essere due: o mandare un messaggio a qualcuno nell’ambito di una strategia di mercato (parlare a nuora affinché suocera intenda) oppure smentire una bufala.

Iemmello non era a Perugia E in questo caso la bufala (o fake news, come si dice ora) sarebbe quella che l’attaccante del Benevento fosse in sede per firmare il contratto col Perugia. Infatti, nella giornata di sabato ha poi firmato col Foggia, che aveva pareggiato l’offerta del Grifo. Ha scelto il calciatore, preferendo così tornare in Puglia, dove si era trovato bene in passato. Certo, probabile che anche il Benevento – i cui rappresentanti erano a Roma con quelli di Perugia e Foggia – abbia avuto voce in capitolo: si parla di un prestito oneroso con diritto di riscatto a 5 milioni e senza contropartite.
La versione del Goro «Iemmello era uno dei due obiettivi principali per l’attacco – ammette Goretti al sito ufficiale – sono quattro anni che ci proviamo e anche questa volta non ce la faremo, le possibilità sono poche. Ho visto e letto tante cavolate (non fosse stato in video avrebbe usato di sicuro un altro termine; ndr) in particolare sugli attaccanti, di accordi fatti con Floccari e Marilungo, giocatori importanti che però non abbiamo mai cercato».

Buonaiuto dove va? L’epilogo della vicenda potrebbe a questo punto far cambiare destinazione anche a Buonaiuto, che poteva essere ceduto al Benevento come parziale contropartita. Oltre all’onnipresente Verona, su Buonaiuto si era mosso anche il Brescia. Ma il Perugia, che ha bisogno di calciatori, cerca di prendere i classici due piccioni nella stessa trattativa: piazzare un esubero (o comunque un elemento scontento) e prendere contropartite di valore. Il Benevento di Bucchi, estimatore del fantasista napoletano, resta alla finestra.
Il punto sul mercato «Mancano sette giorni alla chiusra e abbiamo chiare le nostre priorità, sia in entrata che in uscita – ha detto ancora Goretti al sito ufficiale – sicuramente il reparto dove dobbiamo intervenire di più è la difesa, dove saranno piu numerosi gli arrivi: Belmonte, Del Prete e Monaco invece sono in uscita. A centrocampo abbiamo un accordo con Kingsley del Bologna, il nostro obietivo è Frattesi».
Discount Avellino Oltre a Ngawa e Falasco il Perugia avrebbe messo gli occhi anche su Marco Migliorini, classe 1992, difensore svincolato sempre dell’Avellino. Migliorini è stato compagno di reparto di Ngawa, un buon giocatore, molto alto fisicamente. Molto concreta anche la possibilità di prendere Michele Di Gregorio come terzo portiere.
Pazza idea Ardemagni Ancora alla ricerca di un attaccante, il Perugia starebbe pensando di riportare in biancorosso Matteo Ardemagni, che ha già vestito la maglia degli umbri in due circostanze, negli anni scorsi. Ingaggio alto ma operazione da condurre a costo zero. Goretti ci pensa anche se non lo dice. Anzi, sempre al sito ufficiale, smentisce: «Ho letto di Ardemagni, gli vogliamo bene e ha fatto bene qua a Perugia, ma cerchiamo attaccanti con caratteristiche diverse».

Fonte:Umbriaon

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*