Il nuovo Palermo di Tedino punta forte su un big del Foggia calcio

Calciomercato Palermo, rebus attacco: obiettivo Puscas ma l’ultima idea si chiama Mazzeo…

Il reparto offensivo sarà inevitabilmente rivoluzionato: sicuri partenti Coronado e Nestorovski, da definire il futuro di Balogh e Trajkovski. Puscas è obiettivo reale ma complicato da raggiungere, piace l’esperto attaccante del Foggia autore di 19 gol nello scorso torneo cadetto…
In entrata tante idee per Foschi ma nessun affondo concreto, il sogno resta il rumeno, scuola Inter, George Puscas,  classe 1996 ed in scadenza con il club nerazzurro nel 2020, per il cui cartellino bisogna battere la concorrenza di Hellas Verona, Crotone e Spezia.
Al ragazzo non dispiacerebbe l’ipotesi Palermo e l’Inter, dopo una serie di prestiti, potrebbe farlo partire a titolo definitivo per circa tre milioni. Ma l’entourage del ragazzo vaglia ancora qualche proposta dalla massima serie e la situazione è complessa, indefinita e totalmente in divenire.
Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it, l’ultima idea in casa Palermo rispone al nome di Fabio Mazzeo, attaccante classe 1983, attualmente legato al Foggia da un contratto in scadenza a giugno 2020.

L’attaccante nato a Salerno ha collezionato ben 19 reti e dieci assist alla sua prima stagione tra i cadetti, denotando rapidità d’esecuzione, forza fisica e una naturale propensione a squartare, con i suoi tagli senza palla, la linea difensiva avversaria. Senso del gol ed innata capacità nell’attaccare spazio e profondità.  Giocatore duttile sul fronte offensivo, terminale centrale ma anche seconda punta o estremo di un tridente. Caratteristiche esaltate dal calcio verticale, elettrico e propositivo, professato dall’ex tecnico pugliese, Giovanni Stroppa.

Nonostante la carta di identità non giochi a suo favore, Mazzeo ha diversi estimatori, piace anche alla Salernitana dell’ex rosanero Stefano Colantuono,  ed è comunque molto legato alla piazza rossonera. Leadership, personalità e ben 46 gol segnati in due stagioni tra campionato ed altre competizioni: a Foggia, l’attaccante campano è divenuto calciatore simbolo e idolo della piazza.

Tuttavia, la condanna inflitta dal Tribunale Nazionale Federale al club pugliese per illecito amministrativo ), “per avere reimpiegato nell’attività gestionale e sportiva nel corso delle stagioni sportive 2015/2016 e 2016/2017 un importo monetario molto ingente, sia a mezzo di bonifici, sia a mezzo di denaro contante, proventi di attività illecite di evasione e/o elusione fiscale, alcune delle quali integranti anche reato”, con tanto di penalizzazione di 15 punti da scontare nel prossimo campionato e squalifiche agli stessi calciatori ed all’ex De Zerbi ( due giornate e 1500 euro di ammenda per lo stesso Mazzeo), potrebbe far sì che il ragazzo prenda in considerazione l’ipotesi di affrontare una nuova affascinante sfida in carriera.

Non esiste allo stato attuale una vera e propria trattativa, ma il Palermo vaglia con attenzione la candidatura del classe 1983 che andrebbe a conferire certamente esperienza e peso specifico in un reparto da potenziare almeno con un altro paio di attaccanti di primo piano in categoria, una volta ceduti i cosiddetti big.

Mazzeo non resterebbe di certo indifferente al cospetto di un’eventuale proposta del ds Foschi, al netto di problematiche e criticità societarie di varia natura, Palermo resta piazza appetibile e club di assoluto rilievo in serie cadetta. Da valutare le eventuali pretese del Foggia per un calciatore che, per quanto performante, compirà il 24 luglio prossimo 35 anni.

Al momento è solo un’idea tra le numerose soluzioni valutate dal dirigente romagnolo per rinforzare il reparto offensivo da mettere a disposizione di Bruno Tedino…

Fonte:Mediagol.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*