Covisoc, la serie B trema: pronto un ripescaggio in cadetteria

Oggi la Covisoc emette i pareri sulle domande di iscrizione, poi lunedì si esprimerà la Figc. Diversi i casi critici in B e C.

In serata ci sarà il temuto responso della Covisoc, riguardo allo stato di salute dei club di serie B e serie C.Tremano diverse società sul filo del rasoio. La Covisoc giudicherà le domande d’iscrizione al campionato. E, in caso di bocciatura, i club potranno presentare ricorso entro il 16 luglio, mentre le Commissioni ufficializzeranno il verdetto positivo entro il 19 luglio. Ma il 20 luglio sarà la data fondamentale, dove la FIGC presenterà la decisione finale sulle iscritte. Da questo momento in poi, potrebbero presentarsi eventuali ripescaggi. E’ scontato che in serie C se ne verifichi almeno uno, considerando la fusione tra Vicenza e Bassano, che ha lasciato uno tassello libero nello scacchiere della terza serie italiana. In serie B, il quadro generale appare piuttosto complesso. Anche l’Avellino, come anticipato ieri, attende che si pronunci la Covisoc, per sapere se ha tutto in regola.

SERIE B Bari e Cesena stanno cercando la soluzione in extremis, tra riunioni e visite in Figc. Il Bari sta cercando tre milioni entro lunedì: dopo un cda tanto lungo quanto ricco di tensioni è stato deciso di aprire ai terzi la vendita di quote tenendo in conto capitale il milione e mezzo versato da Giancaspro per il pagamento di tre mensilità (marzo–maggio); l’attuale presidente resterebbe come socio di minoranza, ma intanto qualcosa si muove in città dopo l’appello lanciato dal sindaco di Bari. A Cesena invece Lugaresi ha riferito ai soci i passi in avanti fatti (s’era presentato un fondo inglese, ma non sembra una pista percorribile), ma per ora non ci sono novità positive mentre oggi è in programma un consiglio comunale interamente dedicato al club: il sindaco tra l’altro ieri è stato a Roma in Figc per i chiarimenti.

Infine, come previsto, la stessa Figc considererà irricevibile la proposta della B di bloccare i ripescaggi: se salta qualche squadra si pescherà in C e si spera che la Figc pubblichi la graduatoria, perché il Siena sarebbe in vantaggio di pochissimi centesimi sulla Ternana e occorre chiarezza.

SERIE C Non ci sono segnali da Fidelis Andria, Lucchese, Mestre e Reggiana (anche se Piazza starebbe cercando l’iscrizione in extremis), c’è qualche preoccupazione da Cuneo (ci sono problemi sul passaggio di proprietà), verso la soluzione positiva invece per Juve Stabia, Siracusa e Trapani.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*