Serie B: Una poltrona per… quattro. Calendari a confronto.

Adesso per la promozione diretta e’bagarre.
Chi ad inizio campionato credeva che la corsa ai primi due posti sarebbe stata di competenza di due o tre squadre oggi deve fare un passo indietro e prenderne atto: questa Serie B non smette mai di stupire.
Al netto della corazzata Empoli, dalla seconda in classifica, il Parma di D’Aversa, alla quinta, il Venezia, tutte sono in piena corsa per conquistare la Serie A diretta.

Quattro squadre in tre punti a tre giornate dal termine, per un finale di stagione che promette temperature altissime.
Gli emiliani oggi guardano le altre dall’alto, ma il vantaggio sulle inseguitrici è talmente ristretto da non poter considerare i ducali come favoriti assoluti.
Tra le squadre in lotta per la salvezza e le solite mine vaganti di fine campionato, il calendario è in salita per tutte.

Leggiamolo nel dettaglio.

 

PARMA

 

D’Aversa è adesso al secondo posto, a 66 punti, con una lunghezza di vantaggio sul Frosinone, due sul Palermo, tre sul Venezia.

Domenica alle 17.30 i gialloblù sfideranno il Cesena al “Manuzzi”. I bianconeri sono ancora a rischio retrocessione: non sarà una passeggiata.

Alla penultima, al “Tardini” lo scontro diretto con il Bari, oggi a 61 punti, in lotta quantomeno per migliorare la propria classifica in vista dei playoff.

Nell’ultimo turno, gli emiliani saranno ospiti a La Spezia. Forse il match più agevole, considerando che i liguri non hanno più nulla da chiedere a questa stagione.

 

FROSINONE

 

Terzo posto conquistato all’ultimo respiro ieri pomeriggio contro il Brescia. 65 punti, a -1 dal Parma e a +1 dal Palermo, per gli uomini di Longo che sabato alle 15 ospiteranno il Carpi. Sulla carta, partita semplice: i biancorossi attendono soltanto la matematica, ma la zona playoff è già troppo distante.

Alla penultima giornata, i ciociari andranno in trasferta a Chiavari, contro un’Entella che oggi è in zona playout ma ad appena una lunghezza dal diciassettesimo posto.

All’ultima giornata sarà Frosinone-Foggia. Da vedere se nei prossimi due turni i pugliesi riusciranno a guadagnare punti sul Perugia, ottavo, oppure se arriveranno al “Benito Stirpe” già aritmeticamente fuori dai giochi.

 

PALERMO

 

Se alla 38esima la sconfitta contro il Venezia era stata addolcita dai k.o. di Parma e Frosinone, il pareggio contro il Bari ha avuto al contrario un prezzo alto per gli uomini di Stellone, distanziati dai gialloblù e scavalcati dai ciociari.

Sabato si va Terni con un solo risultato utile, la vittoria. Gli umbri, d’altro canto, cercano i tre punti per non dire addio alla Serie B. Sarà battaglia.

Alla penultima, al “Barbera” arriverà il Cesena. Per i bianconeri molto dipenderà dal risultato del derby emiliano contro il Parma.

Ultimo turno a Salerno, contro i granata di Colantuono che ad oggi si trovano a debita distanza sia dalla zona rossa che da quella playoff.

 

 

VENEZIA

Sabato in Laguna arriva il Foggia. I pugliesi hanno ancora residue speranze di agguantare l’ottavo posto e per Inzaghi&co si prospettano 90 minuti di fuoco.

Alla 41esima giornata la trasferta a Cremona: i grigiorossi non si possono ancora dire salvi e proprio alla penultima potrebbero mettere il sigillo sulla permanenza in B.

All’ultima giornata sarà Venezia-Pescara: gli abruzzesi potrebbero arrivare al “Penzo” già matematicamente salvi.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*