Serie B-Parma-Perugia: Ecco il risultato finale.

1-1 tra Parma e Perugia nel primo dei due posticipi della domenica di Serie B. Ospiti in vantaggio con un colpo di testa dell’ex Cerri, pareggio su calcio di rigore di Ceravolo. Squadra di casa a 37 punti, ospiti a 31

 

Fase di studio tra le due squadre in avvio di gara, sintomo dell’importanza del match nell’economia della stagione. Affondi da una parte e dall’altra nei primi minuti, senza però grandi pericoli dalle parti dei due portieri. A “sbloccare” la partita ci pensa all’11’ Alessandro Lucarelli: erroraccio di Leali in uscita sul cross di Insigne, ma il 40enne difensore, a porta vuota, spedisce fuori di testa. Prende campo il Parma, che 5 minuti dopo va ancora una volta vicino al vantaggio: buco difensivo su una palla messa in area da Barillà, ma questa volta è bravo il portiere degli umbri sulla conclusione di interno di Gazzola, abile a inserirsi dalle retrovie sul secondo palo. Nei primi 25’ Parma padrone del gioco, con il Perugia capace di farsi vedere in avanti – senza però essere mai davvero pericoloso – solo in ripartenza. Nei crociati dialogano bene gli attaccanti, specialmente Da Cruz e Calaiò. Al 31’ è il turno di Roberto Insigne di impensierire Leali: il bel tiro a giro dell’ex Napoli finisce però di poco a lato. Sfida in generale spezzettata, caratterizzata anche da diversi interventi duri e cartellini: ben 4 i gialli mostrati in 45’ dall’arbitro Serra di Torino. Finisce 0-0 la prima frazione: di gran lunga meglio la squadra di D’Aversa, mentre quasi mai pericolosa quella di Breda.

Secondo tempo

Il secondo tempo ricomincia all’insegna dell’equilibrio. Succede poco o nulla fino al 55’, quando a scaldare la partita ci pensa Alberto Cerri, che di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo mette però alto. Ancora inoperoso Frattali, praticamente mai chiamato in causa da conclusioni del Perugia verso la porta. Al 60’, però, l’equilibrio della partita si rompe, proprio a favore degli umbri: gran cross dalla destra di Mustacchio, in area c’è libero l’ex Cerri che di testa batte il portiere crociato (in casa, il Parma non subiva gol da ottobre 2017). Al Tardini è a sorpresa 1-0 per la squadra di Breda. Lo svantaggio costringe D’Aversa a cambiare: fuori Barillà dentro Ceravolo, a caccia dell’immediato pareggio. Al 70’ ancora gli ospiti, però, pericolosissimi: ingenuità in presa alta di Frattali, sulla palla vagante arriva Buonaiuto che però, di testa, colpisce solo il palo. Stordito il Parma, che fa fatica a reagire: inutile il tentativo di nuca di Ceravolo al 78’, così come il tiro dalla lunghissima distanza di Gagliolo un minuto dopo. Lo sforzo crociato trova però esito positivo a 7’ dalla fine: all’83’ Da Cruz penetra in area e viene ingenuamente atterrato dall’esordiente Magnani; dal dischetto si presenta Ceravolo, che non sbaglia: è 1-1. Prende coraggio la squadra di casa, che va addirittura a un passo dal 2-1 al primo affondo: protagonista sempre Ceravolo, che in girata in area piccola colpisce però solo il palo. Non ha esito il forcing finale: termina 1-1 la sfida del Tardini. Complessivamente meglio il Parma, che ha però subito il ritorno del Perugia nella prima parte del secondo tempo ed è stato capace di sistemare il risultato solo nel finale.

 

Parma-Perugia 1-1

60′ Cerri (Pe), 84′ rig. Ceravolo (Pa)

Parma (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Dezi, Barillà (61′ Ceravolo), Scavone; Insigne (71′ Di Gaudio), Calaiò (71′ Ciciretti), Da Cruz. All. D’Aversa.

Perugia (3-5-2): Leali; Pajac, Magnani, Gustafson; Mustacchio (76′ Kouan), Di Carmine (65′ Bonaiuto), Volta, Del Prete, Bianco; Bandinelli (58′ Germoni), Cerri. All. Breda.

Ammoniti: Volta, Barillà, Bianco, Scavone, Dezi, Gagliolo, Kouan