Foggia, Zambelli: Temo Caracciolo! Sia perché lo conosco bene, sia perché in questa categoria fa la differenza.

Foggia, Zambelli: “Brescia, emozioni indescrivibili. Temo Caracciolo”

 Per Marco Zambelliil prossimo match del Foggia sarà una “prima volta”. Ovvero il primo scontro da avversario contro il “suo” Brescia, club del quale è stato bandiera per dodici anni: “Avere il Brescia come avversario – racconta il giocatore al Giornale di Brescia – mi provoca emozioni indescrivibili. A Foggia c’è una colonia bresciana e ho constatato che le Rondinelle non sono solo nel mio cuore.

L’avventura in rossonero? Quando Nember mi ha prospettato un grande progetto non ci ho pensato un attimo. Questa è una grandissima piazza e per me è un onore giocare con questa maglia. Chi temo dei miei ex compagni? Nessuno dubbio: Caracciolo! Sia perché lo conosco bene, sia perché in questa categoria fa la differenza sempre e comunque”.
Lì ha trovato una colonia bresciana: il trenzanese Gigi Scaglia, mister Stroppa, Calabresi, Tonucci, Coletti che hanno giocato con il Brescia negli ultimi anni e lo stesso Nember bresciano doc ed ex Lumezzane: state parlando in modo particolare di questa sfida? «Ho riscontrato che Brescia è restata nel cuore di tutti loro e a quanto pare è una sfida particolare non solamente per me».

È un momento positivo per entrambe le squadre: il morale alto favorirà lo spettacolo o si aspetta una partita tattica? «Foggia e Brescia giocano bene a calcio e sono certo che si affronteranno a viso aperto».
Quattro vittorie di fila che vi hanno portato a 3 punti dalla zona play off: dove volete arrivare? «Il nostro obiettivo rimane la salvezza: tocchiamo il prima possibile quota 50, magari continuando a giocare come stiamo facendo».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*