Serie B:Brusco calo di spettatori. Zaccheria al secondo posto in questa giornata.

Spettatori, penultimo posto per Entella-Salernitana
Appena 1600 tifosi al “Comunale”. 250 da Salerno. Flop a Palermo, 150 paganti ad Avellino

Ancora una volta la serie B non ha grossi motivi per sorridere. Almeno per quanto riguarda la presenza del pubblico sugli spalti. Sarà per il freddo, sarà perchè alcune piazze importanti hanno giocato in trasferta, ma anche questo fine settimana ha fatto registrare un brusco calo di spettatori in tante città che, in passato, non facevano fatica a riempire gli stadi. L’esempio più lampante arriva da Palermo: al Renzo Barbera, nonostante il primo posto e la possibilità di avviare la prima vera fuga della stagione, c’erano poco più di 5000 spettatori, con ampi spazi vuoti in tutti i settori e una curva Nord silenziosa come da tempo non accadeva. Un handicap non di poco conto per una squadra che, non a caso, ha fatto meglio in trasferta che tra le mura amiche. Ad Avellino non va certamente meglio: il dato ufficiale parla di 3800 spettatori, ma i paganti erano appena 150 e molti abbonati sono rimasti a casa pur risultando “a referto”. Desolante anche lo scenario a Chiavari, Carpi e Vercelli: in Liguria 1600 tifosi per Entella-Salernitana (250 dei quali nel settore ospiti), cento in meno per il big match tra Carpi e Frosinone, Grassadonia ha invece salutato il “Piola” popolato da 2000 persone,quante ne ha portate Salerno in trasferta in diverse occasioni. Questo fine settimana il primo gradino del podio va al Parma: al Tardini, per il derby contro il Cesena, c’erano 10507 spettatori, anche in questo caso un dato obiettivamente basso per una piazza del genere e per una partita di cartello che poteva valere il primato.

Salerno, in questa speciale classifica, resta quinta ed è stata scavalcata da Foggia: in totale 92mila persone hanno assistito ai match casalinghi dei granata, una media di 10172 spettatori fortemente influenzata dal boom della sfida col Bari (16700 presenze, 2800 dalla Puglia). Primeggia, naturalmente, proprio Bari: nessuno, in B, si è minimamente accostato ai 35mila del derby contro il Foggia, un dato che batte la metà delle piazze di A. Anche a Pescara è fuga dall’Adriatico: contro il Novara, dopo la polemica Zeman-Sebastiani, c’erano meno di seimila spettatori, quasi tutti abbonati e 290 paganti. Si difende bene, invece, Brescia: in 6300 malgrado una classifica deficitaria.

Ecco le statistiche nel dettaglio:

Avellino-Ascoli: 3000 spettatori circa

Brescia-Cittadella 6269 spettatori

Carpi-Frosinone 1500 spettatori

Cremonese-Novara 4715 spettatori

Entella-Salernitana 1693 spettatori

Foggia-Venezia 9500 spettatori

Palermo-Ternana 5514 spettatori

Parma-Cesena 10507 spettatori

Perugia-Bari 7557 spettatori

Pro Vercelli-Spezia 2200 spettatori

 

Fonte:Granatissimi.Ottopagine

Gaetano Ferraiuolo