Fares: Il rafforzamento ci sarà a prescindere da come andranno queste trattative .

Fares: “Troppo clamore attorno a Follieri. Sarà d’aiuto al Foggia”
Il presidente del Foggia Lucio Fares ha rilasciato una lunga intervista sul sito ufficiale per chiarire quanto sta accadendo attorno al club pugliese in questi giorni partendo dalla vicenda giudiziaria in cui è coinvolto l’ex socio Curci: “Abbiamo ribadito sia io sia i proprietari, ovvero la famiglia Sannella, la completa estraneità dalla vicenda giudiziaria che riguarda Massimo Curci.

Riteniamo che la magistratura farà il suo corso come è giusto che sia e riponiamo in essa la massima fiducia, ma ci riteniamo estranei a ogni vicenda avendo letto anche di emolumenti ai calciatori e ribadisco con fermezza che questi sono avvenuti tramite bonifici bancari e regolari contratti depositati in Lega”.
Su Follieri: “È un dialogo che va avanti da un po’ di tempo, si tratta di un gruppo composto da imprenditori di primissimo piano d’oltreoceano e ha ritenuto opportuno firmare questo preliminare d’acquisto che dovrà avere la sua conclusione entro la fine dell’anno. Sono in atto trattative e consultazioni fra studi legali importantissimi per formalizzare le idee e la condivisione di un programma che è stato già portato avanti. Voglio fare una piccola precisazione, al di là del passato di Raffaello Follieri, che ha già pagato abbondantemente il suo conto con la giustizia, si tratta di un gruppo di imprenditori stranieri, siano essi americani o cinesi, che come già avvenuto in altre città importanti come Venezia, Bologna, Milano, Parma e anche Roma vogliono investire nel calcio.

L’ingresso di questi soci possono aiutare a portare avanti quei progetti ambiziosi che la famiglia Sannella già porta avanti accelerando i tempi per il loro completo compimento. Il clamore per l’eventuale ingresso, perché fino al closing bisogna parlare di questo, anche se siamo a buon punto, di Follieri mi sembra eccessivo. Questo ingresso inoltre non significa un disimpegno dell’attuale proprietà, ma è un contributo in più al bene del Foggia”.
Sul rafforzamento tecnico della squadra: “Già questa società vuole rinforzare il progetto tecnico della squadra, il rafforzamento ci sarà a prescindere da come andranno queste trattative perché non vogliamo perdere un patrimonio come quello della Serie B. L’ingresso di un nuovo socio potrebbe favorire e accelerare i tempi per il raggiungimento di obiettivi importanti che ci siamo fissati da tempo e che sono mirati a riportare il Foggia nella massima serie”.

Sulla conferma del mister e sul campionato: “La presa di posizione forte nei confronti del mister, che non è assolutamente in discussione, e nei ragazzi è giusta e doverosa. La sconfitta di sabato è stata un duro colpo e ha innescato momenti di riflessione importanti che già c’erano perché noi non stiamo mai fermi. Sappiamo che questa squadra, al di là del momento delicato, non deve cercare alibi. Già a gennaio vogliamo puntellare la rosa per fare un campionato tranquillo conquistando la salvezza che è il nostro obiettivo per il primo anno. È un momento difficile, in cui ci gira tutto male, ma che sono certo riusciremo a superare. C’è stato un incontro positivo fra squadra e tifosi, che ci sostengono sempre e hanno a cuore la sorti della squadra, in cui quest’ultimi hanno incitato i primi a dare ancora qualcosa in più per questa maglia, che rappresenta una storia e una tradizione importante. Il gruppo è sereno e sente l’attaccamento alla maglia. Sono sicuro che già venerdì riusciranno a dare una risposta positiva a questo momento”.